Gratuito patrocinio: nessuna liquidazione al legale se la mediazione ha esito negativo e se non è seguita dalla fase giudiziale

Con sentenza n. 18123, del 31 agosto 2020, la Suprema Corte ha stabilito che il difensore della parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato non ha diritto al compenso professionale a carico dell’Erario per l’attività svolta nella fase della mediazione obbligatoria, cui non è seguita la proposizione della lite.

Si tratta di una di regola assoluta che non ammette deroghe, compreso il caso in cui, dopo il fallimento del tentativo di conciliazione, non segua la fase giudiziale. Seconda la Corte, la richiesta di compenso riguarda, infatti, un’attività professionale stragiudiziale.

Il testo integrale della nota è pubblicato su Euroconference LEGAL, 20 ottobre 2020.

Autore: Francesco Tedioli

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.