Choose your language

Studio legale in Mantova
assistenza legale qualificata

L'affidamento dei minori

Regolamento CE 2201/2003 ed esecuzione delle decisioni in tema di affidamento dei minori

Autore: Francesco Tedioli

Il testo integrale Documento in formato pdf del saggio è pubblicato in Famiglia, Persone e Successioni, 2007, fasc. 11, pagg. 888-899.

Necessità di exequatur del provvedimento sull'affidamento di minore nello stato di abituale residenza dello stesso

In tema di riconoscimento ed esecuzione delle decisioni in materia di responsabilità genitoriale, nella disciplina Famiglia, Persone e Successioni del Regolamento CE n.2201/2003, le decisioni sull'esercizio della responsabilità genitoriale, se non si sottraggono al principio generale dell'automatico riconoscimento, non possono, solo perchè riconosciute, essere poste in esecuzione, vale a dire non possono costituire titolo per un'attività modificativa della situazione in atto, all'uopo occorrendo, oltre alla previa notificazione, la apposita declaratoria di esecutività, su istanza dell'interessato, di cui all'art. 28 del citato regolamento. Ne deriva che la decisione del giudice italiano, la quale modifichi una precedente scelta e sostituisca l'uno all'altro genitore nella qualità di affidatario del figlio minore, non autorizza il nuovo affidatario a prelevare e trasferire il minore stesso dallo Stato membro in cui risieda assieme al precedente affidatario, rendendosi a tal fine necessaria, la dichiarazione di esecutività.

La disciplina dell'affidamento, del diritto di visita e della sottrazione dei minori nelle convenzioni internazionali

L'Autore analizza la disciplina dell'affidamento, del diritto di visita e della sottrazione dei minori nella Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961, sulla competenza e sulle norme applicabili in materia di protezione dei minori e dei loro beni; nella Convenzione Europea del Lussemburgo del 20 maggio 1980; nella Convenzione dell'Aja del 25 ottobre 1980 sugli aspetti civili della sottrazione dei minori ed, infine, nel Reg. del Consiglio d'Europa n. 2201/2003.

Documento in formato pdf Cassazione civile, Sezioni Unite, 20 dicembre 2006, n. 27188
artt. 9, 21, 23, 28, 41 del Regolamento n. 2201/2003


« Precedente | Successiva »