Se l’ordinanza di assegnazione del credito nell’espropriazione presso terzi sia impugnabile solo con il rimedio dell’opposizione agli atti ex art. 617 c.p.c.

Ordinanza di assegnazione del credito


L’Autore affronta la questione relativa alla impugnabilità con il rimedio dell’opposizione agli atti esecutivi dell’ordinanza di assegnazione del credito nell’espropriazione presso terzi.

studium iuris

L’Autore, dato atto dell’esistenza di contrastanti orientamenti della giurisprudenza di legittimità formatasi in materia, indica quando e a quali condizioni, secondo un nuovo orientamento da considerarsi prevalente, deve essere consentita l’esperibilità dell’opposizione agli atti esecutivi avverso l’ordinanza di assegnazione del credito nell’espropriazione presso terzi.

Ci si riferisce, ad esempio, alle seguenti ipotesi: dichiarazione del terzo pignorato inficiata da errore; contestazione sull’entità del credito, sulla sua decorrenza, sulla misura della percentuale riconosciuta, sui criteri informatori dell’assegnazione, sulla sua impignorabilità; censura volta ad inpugnare la declaratoria di inammissibilità dell’intervento altrui.

  • art. 617 c.p.c.
  • art. 553 c.p.c

Il testo integrale della questione è pubblicato su Studium Iuris, 2004, fasc. 6, pagg. 788-789.

Autore: Francesco Tedioli

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.