Adesione del retrattato e pagamento del prezzo

Nel riscatto di riscatto agrario, l’efficacia della vicenda acquisitiva è sospensivamente condizionata al pagamento del prezzo in favore dell’acquirente, da effettuarsi entro tre mesi che decorrono dalla comunicazione scritta dell’adesione del terzo acquirente alla dichiarazione di riscatto o, nell’ipotesi in cui sorga contestazione, dal passaggio in giudicato della sentenza che riconosce il diritto.


GIURISPRUDENZA


Cassazione Civile, sez. III, 14-8-2014, n. 17975
Ai fini della tempestività del pagamento del prezzo nel riscatto agrario, le norme che attengono agli adempimenti di cui all’art. 1208 c.c. e seguenti, in tema di offerta reale, vanno interpretate ed applicate alla luce dei princìpi in tema di buona fede e di cooperazione del creditore nell’adempimento, sicché l’offerta reale, e così gli effetti del riscatto, sono da ritenersi verificati qualora la mancata ricezione del pagamento sia imputabile all’ingiustificato rifiuto del creditore di prestare la cooperazione indispensabile a rendere possibile l’adempimento del debitore. (Nella specie, la S.C. ha ritenuto illegittimo il rifiuto del creditore di ricevere l’offerta, avvenuta tramite assegno circolare in ragione del divieto di pagamento in contanti imposto dalle norme speciali, e rituale l’offerta eseguita indistintamente ai due creditori, coniugi comproprietari, perché previamente presentata al loro domicilio e successivamente seguita, dopo il loro rifiuto, dall’invito a presenziare al deposito della somma su libretti bancari intestati agli aventi diritto).

Cassazione Civile, sez. III, 12-11-1994, n. 9552
Nel caso in cui il diritto di riscatto in favore del coltivatore diretto previsto dall’art. 8, della l. 26 maggio 1965 n. 590 sia esercitato con domanda giudiziale, quest’ultima anche se sottoscritta dal solo difensore, attraverso la procura alla lite rilasciata in calce o a margine, assume anche valore di manifestazione di volontà negoziale direttamente riferibile alla parte. Pertanto, il termine per il versamento del prezzo di acquisto previsto dal suddetto art. 8 decorre dalla comunicazione scritta dell’adesione del terzo acquirente o dall’adesione comunque manifestata nel corso del giudizio (nella specie, con comparsa di risposta).

Cassazione Civile, sez. III, 25-02-1993, n. 2381
In tema di prelazione agraria e di riscatto, qualora, nel corso del giudizio instaurato dall’avente diritto al riscatto previsto dall’art. 8 della l. 26 maggio 1965 n. 590, il compratore retrattato dichiari di aderire alla domanda del retraente, il termine trimestrale previsto per il pagamento del prezzo della l. 8 gennaio 1979 n. 2 decorre dalla data della dichiarazione di adesione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.